Relazioni industriali

Tutti i lavoratori del Gruppo Acque sono inquadrati nel Contratto collettivo nazionale di lavoro gas acqua, ad esclusione dei lavoratori a progetto che costituiscono l'1% dei lavoratori del 2011.

La direzione incontra le organizzazioni sindacali con le quali vengono discussi i temi di maggior interesse e con le quali vengono presi i relativi accordi aziendali. Acque SpA e le società controllate garantiscono la completa e libera scelta di aderire ai sindacati e ad essi il diritto alla contrattazione collettiva.


Percentuale di iscritti al sindacato su totale dei dipendenti
(esclusi i dirigenti)

30,73%

N. di iscritti al sindacato

FILCEM - CGIL 95
FEMCA - CISL 14
UILICEM - UIL 0
COBAS 1
Totale 110

I rappresentanti sindacali del personale, della sicurezza e della responsabilità sociale sono garantiti e protetti da ogni forma di potenziale discriminazione. Tali rappresentanti hanno pieno diritto di comunicare con i propri iscritti e con tutto il personale per i temi di interesse. Le organizzazioni sindacali hanno il diritto di contattare il personale nei limiti del rispetto della legislazione vigente e delle norme contrattuali.

 

Accordi Sindacali

Nel corso del triennio 2009 - 2011 sono state siglate diverse intese con la RSU aziendale. In particolare nel 2011 nell'accordo sul premio di risultato di Acque sono stati introdotti gli obiettivi di settore/ufficio, oltre a quello aziendale. Il valore della cifra spettante ai dipendenti tiene conto dei risultati raggiunti dall'azienda in termini di redditività, produttività e qualità e del raggiungimento degli obiettivi da parte dei singoli uffici, nonché della riduzione individuale di ferie ed ex festività arretrate. A ciò si aggiunge ormai da diversi anni un'ulteriore percentuale definita individualmente a seguito di una valutazione effettuata dal responsabile e condivisa con il dirigente di settore, dell'impegno personale speso per il raggiungimento dei risultati aziendali.

Nel corso del 2011 in Acque si è verificato un unico contenzioso con un dipendente in merito al riconoscimento di un diverso inquadramento e dei relativi benefit.
Sono state, inoltre, avanzate richieste da parte del personale per il riconoscimento di mansioni superiori, assegnazione di specifiche indennità, contestazioni di assegnazioni e sedi di lavoro che sono state debitamente e prontamente prese in considerazione.

Nel 2011 sono stati presi 3 provvedimenti disciplinari nei confronti dei lavoratori di Acque SpA, conformemente a quanto indicato nello Statuto dei lavoratori e nel CCNL applicato.

Per quanto concerne il preavviso informativo ai dipendenti circa eventuali modifiche organizzative in grado di avere effetti sui rapporti di lavoro, le società applicano quanto stabilito dal CCNL di riferimento. In caso di trasformazioni societarie (come cessioni, fusioni, acquisizioni, trasferimenti di rami d'azienda), i preavvisi sono regolati dalla normativa vigente (art.2112 c.c. e art.47 L. 428/90 e successive modifiche a seguito del D.Lgs. n. 276/03) che prevede obblighi di informativa verso i rappresentanti dei lavoratori e le istituzioni territorialmente competenti, tali da consentire loro la verifica delle corrette modalità del processo nonché delle ricadute sul rapporto di lavoro.