Il contenzioso con gli utenti e sanzioni amministrative

Nell'anno passato sono state instaurate 42 nuove cause civili e amministrative: 17 di esse sono inerenti a opposizioni a sanzioni amministrative e ad ingiunzioni di pagamento, le altre sono riferibili a richieste danni non coperti da polizza assicurativa, a decreti ingiuntivi, accertamenti di danni e di inesistenza di servitù; le cause definite sono state 28. Nel 2011 è inoltre entrata a pieno regime l’attività della Commissione Mista Conciliativa,struttura composta da rappresentanti della difesa civica regionale, dell'Azienda e delle associazioni dei consumatori, con il compito di riesaminare le istanze di utenti che non si ritengono soddisfatti delle risposte ricevute ai loro reclami. L’obiettivo condiviso è quello di rendere complessivamente più agevole il ricorso a strumenti snelli ed efficaci per la composizione consensuale delle controversie, al fine di ridurre i contenziosi inutili e costosi. Nel corso dell’anno la commissione si è riunita 7 volte, sono state esaminate 38 pratiche e sono state formulate proposte conciliative: di queste circa il 73% sono state accolte da entrambe le parti (Acque SpA ed utente) ponendo fine al contenzioso, 5 non sono state accettate degli utenti e le altre sono ancora in fase di definizione dal momento che l'utente non ha ancora risposto. Il Gestore ha sempre accettato la proposta.

La sicurezza delle informazioni

La tutela del patrimonio informativo viene garantita gestendo con la massima attenzione  aspetti quali: riservatezza, integrità, trasparenza, comprensibilità e disponibilità dell’informazione per tutti gli stakeholder e soprattutto  per i dipendenti ed i clienti utenti. Tale garanzia avviene attraverso l’attivazione di procedure e sistemi di protezione in linea al d.lgs 196/2003.

Le recenti modifiche introdotte dalla normativa hanno comportato per Acque SpA un lavoro di aggiornamento delle proprie Informative Privacy previste nel precedente D.P.S. e dunque utilizzate all’interno dei propri flussi di comunicazione verso l’esterno. Sono state modificate tutte le informative Privacy relative ai clienti-utenti, ai fornitori ed ai richiedenti impiego, suddividendole di fatto tra informative relative a persone fisiche e informative relative alle persone giuridiche. E’ rimasto invece un “alone” di incertezza circa l’obbligatorietà o meno di redigere l’aggiornamento 2012 del Documento programmatico sulla Sicurezza; incertezza che ha portato la società a preferire di redigerlo comunque, apportando al suo interno le variazioni relative all’organigramma Privacy e dunque alcune variazioni anche in merito alle nomine dei Responsabili al Trattamento dei Dati ed incaricati. Variazioni principalmente focalizzate nel Settore Laboratorio, dove si è registrata una variazione del nominativo del responsabile. E’ stata, inoltre, ripetuta la formazione annuale, incentrata soprattutto sulle recenti novità normative, alla quale hanno partecipato i Responsabili al trattamento dei dati dei settori commerciale, acquisti e personale.

E’ possibile far valere il diritto di accesso alle informazioni attraverso richieste  indirizzate ai seguenti riferimenti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. alla cortese attenzione del Coordinatore dei Responsabili oppure per posta ordinaria scrivendo a: Acque SpA - Via Bellatalla 1 Ospedaletto Pisa.