I confini del report

Il perimetro di rendicontazione di questo bilancio comprende le attività svolte da Acque SpA e da due delle società controllate Acque Industriali e Acque Servizi. Gli indicatori rendicontati sono quelli previsti dalla linea guida GRI 3.1 del 2011 e quelli previsti dalla Carta Servizi del servizio idrico integrato.

Gli anni precedenti abbiamo rendicontato il dato consolidato del gruppo delle società del perimetro, quest’anno abbiamo scelto di rendicontare separatamente la capogruppo dalle altre società per meglio rappresentare i risultati e per meglio confrontare i diversi periodi, in modo che le fusioni e accorpamenti di gruppo non potessero confondere la comparabilità dei dati stessi.

Per Acque SpA, Acque Industriali e Acque Servizi sono stati rendicontati tutti gli indicatori core e additional previsti dalla GRI G3.1 e i dati sono stati oggetto di verifica, mentre per Ingegnerie Toscane, Billing Solutions, ICT Solutions sono stati rendicontati i dati significativi per la sostenibilità d’impresa e tali dati non sono stati oggetto di verifica da parte dell’ente incaricato.

I contenuti degli argomenti trattati sono frutto di una riflessione che tiene conto di:

  • esigenze conoscitive da parte degli stakeholder,
  • principali standards internazionali (GRI G3.1),
  • indicatori significativi settore acqua.

In modo particolare le informazioni da inserire nel presente bilancio sono state selezionate (per un approfondimento dei temi di maggiore interesse si rimanda alla tabella della materialità) con le seguenti priorità che identificano la significatività degli argomenti:

  1. gestione efficiente ed economicamente sostenibile,
  2. governante, attento e corretto rapporto con il personale,
  3. corretta gestione interna delle infrastrutture impiantistiche,
  4. processi produttivi,
  5. corretto impatto sull’ambiente locale in termini di utilizzo della risorsa acqua e di produzione di rifiuti,
  6. rapporti con le comunità locali.

Nel presente documento è stata attribuita particolare rilevanza ai risultati ottenuti nei primi dieci anni di attività con un focus relativo ai progetti di impatto territoriale. In questo quadro di riferimento è stato dato un significativo spazio alle informazioni rivolte agli utenti e al personale.

I dati a consuntivo vengono raccolti attraverso schede di indicatori suddivisi per processo e per ciascuna società. Le informazioni in forma di testo sono riportate analizzando le rassegne stampa, i blog, le situazioni di contenzioso, i reclami, le segnalazioni e l’andamento degli strumenti di gestione interna aziendale.

Per garantire la qualità e l’adeguata presentazione delle informazioni sono stati presi a riferimento principi di garanzia previsti dalla linea guida GRI G3.1 quali la materialità, l’inclusività degli stakeholder ed il contesto di sostenibilità esplicati nel Bilancio precedente.

La tabella di correlazione tra gli indicatori della linea guida GRI G3.1 e le pagine-paragrafi del presente documento è riportata nell’appendice n° 2 “Tabella di correlazione GRI G3.1”.

I contenuti del bilancio sono stati predisposti in conformità alle linee guida definite dal GRI - Global Reporting Initiative Versione 3.1 del 2011 e dal GBS – Gruppo Bilancio Sociale, e tenendo conto delle informazioni considerate rilevanti per gli stakeholder aziendali. Il processo di rendicontazione implementato si ispira, inoltre, al framework AA1000 che definisce i passaggi indispensabili per la costruzione dei bilanci sociali e di sostenibilità.

Il BS rendiconta gli indicatori richiesti dalla linea guida GRI-G3.1 (core e additional) integrati con gli indicatori previsti dal sistema gestionale aziendale Best4 "Business Excellence Sustainable Task" certificato secondo gli standard volontari UNI EN ISO 9001, UNI EN ISO 14001, OHSAS 18001 e SA 8000, e gli indicatori della carta servizi. Tutti i dati per quanto disponibili sono riportati come indicatore definitivo dell’anno di riferimento, nei casi in cui non sia disponibile il dato per motivi esterni all’azienda (esempio il dato della popolazione tratto dalle pubblicazioni ISTAT) o per motivi interni all’azienda (esempio il dato non è ufficiale perché non ancora trasmesso alle Autorità richiedenti nelle scadenze concordate) viene puntualmente indicato che il dato pubblicato è una stima.

Il BS è redatto tramite il coordinamento del settore Qualità ambiente e sicurezza aziendale che coadiuva un gruppo di lavoro composto da un referente per ciascun settore di riferimento.

Ogni referente raccoglie i dati di pertinenza del proprio settore, elabora un breve commento rispetto all’andamento annuale o a particolari variazioni nel tempo e alla scadenza prevista trasmette il tutto al settore Qualità ambiente e sicurezza. Al termine della redazione il gruppo effettua una revisione e controllo d’insieme del documento per escludere eventuali refusi e/o la pubblicazione di dati non trasparenti.