Il Climate change

 

Le condizioni climatiche incidono direttamente sulle attività gestionali, in modo differenziato in base all’attività esaminata.

Durante i periodi con scarse precipitazioni, il servizio di acquedotto aumenta i consumi energetici e, di conseguenza, anche i relativi costi. Infatti, le sorgenti di collina tendono ad asciugarsi con la conseguenza che intere località, sovente a vocazione turistica, rimangono con un’erogazione di acqua limitata o addirittura assente. A tale situazione si sopperisce con un notevole aggravio economico dovuto al trasporto di acqua tramite autobotti o al risollevamento di acque tramite pompe da centrali situate in pianura.

sole

 

D’altra parte, nel settore depurazione fognatura, la stagione asciutta agevola il recupero dei fanghi di depurazione in agricoltura, con una conseguente netta riduzione dei costi di smaltimento, ma anche di trasporto, in quanto i siti di smaltimento dei fanghi in agricoltura sono dislocati nelle vicinanze dei luoghi di produzione.

 

fanghi

 

Viceversa, durante la stagione  piovosa sono minori i consumi energetici dovuti ai minori consumi per risollevare l’acqua dalle falde. Infatti, nei periodi piovosi, la falda acquifera  è più alta, andando ad incidere sulla prevalenza di sollevamento delle pompe.

 

consumi

 

La stagione  piovosa impatta in modo negativo sul servizio reti fognarie e impianti di depurazione. In questo caso si registrano maggiori costi dovuti al sollevamento e al trattamento di maggiori quantità di liquami. Inoltre, il recupero dei fanghi di depurazione in agricoltura diviene difficoltoso se non impossibile. I fanghi di supero sono pertanto indirizzati agli impianti di compostaggio con costi aggiuntivi.

 

 

Fattori ambientali che influenzano le attività di Acque Spa

 

  • CLIMATE CHANGE
  • EMISSIONI
  • CONTAMINAZIONE SUOLO SOTTOSUOLO E CORPI IDRICI
  • CONSUMI DI ENERGIA
  • PRODUZIONE DEI RIFIUTI
  • BIODIVERSITA’
  • UTILIZZO DEI PRODOTTI CHIMICI

 

ISO 14001

La tutela ambientale, nonostante abbia un peso rilevante nell’ambito della gestione aziendale, è ormai considerata come appartenente all’ordinaria gestione etica dell’impresa, dalla quale un’azienda socialmente responsabile non può in alcun modo prescindere. Acque continua a mantenere – su tutto il territorio coperto – la certificazione del sistema di gestione ambientale.

 

ISO 50001

L’anno 2013 ha visto il consolidarsi del sistema di gestione dell’energia – certificato all’inizio del 2013. La verifica di mantenimento avvenuta a febbraio del 2014 conferma l’efficacia dell’analisi energetica e degli  indicatori individuati per il monitoraggio dei consumi energetici.

Con l’audit di febbraio Acque SpA ha ottenuto la certificazione del quinto sistema di gestione implementato ed integrato a quelli pre esistenti.

Durante la verifica sono stati chiusi i rilievi lasciati in fase di pre audit (dicembre 2012) e l’implementazione del sistema è stata giudicata in modo molto positivo tanto che non sono state riscontrate non conformità ma solo 13 osservazioni di miglioramento. In sintesi gli ispettori hanno individuato quali punti di forza del Sistema:

  • Ricchezza di dati raccolti puntualmente e sistematicamente controllati ed analizzati
  • Nomina di un gruppo di persone dedicato alla gestione del sistema energia (“Energy team”), che ben raccolgono tutte le competenze necessarie alla concreta ed efficace gestione del sistema
  • Sistema di gestione integrato con gli altri sistemi di gestione già radicati nell’Organizzazione (Qualità, Ambiente, Etica, sicurezza)

Opportunità di miglioramento:

  • In ambito attività di depurazione, per effetto della complessità dei processi, approfondire la significatività degli indicatori definiti.

Tutti i rilievi sono stati presi in carico e verranno gestiti entro la prossima verifica annuale da svolgersi entro febbraio 2014. Il 18/03/2013 è stato emesso il certificato EnergyMS-10 di Acque SpA.