Glossario

 

Abitante equivalente (AE): Il concetto di abitante equivalente è stato introdotto per permettere di confrontare in termini di inquinamento organico le varie tipologie di scarichi idrici (urbani, domestici, industriali). Tramite fattori di conversione, si stima quanti abitanti occorrerebbero per produrre (con i normali scarichi domestici) la stessa quantità di inquinamento. Per convenzione, un abitante equivalente corrisponde a 60 grammi di BOD5 al giorno.

 

Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG):è un organismo indipendente con il compito di tutelare gli interessi dei consumatori e di promuovere la concorrenza, l'efficienza e la diffusione di servizi con adeguati livelli di qualità, attraverso l'attività di regolazione e  di controllo. L'Autorità svolge inoltre una funzione consultiva nei confronti di Parlamento e Governo ai quali può formulare segnalazioni e proposte; presenta annualmente una Relazione Annuale sullo stato dei servizi e sull'attività svolta. Con il decreto n.201/11, convertito nella legge n. 214/11, all'Autorità sono state attribuite competenze anche in materia di servizi idrici.

 

Autorità Idrica Toscana (A.I.T):  è un ente pubblico, rappresentativo di tutti i comuni toscani, al quale la legge regionale 69 del 28 dicembre 2011 attribuisce le funzioni di programmazione, organizzazione e controllo sull'attività di gestione del servizio idrico integrato. Dal 1° gennaio 2012 le funzioni già esercitate dalle autorità di ambito territoriale ottimale sono state trasferte ai comuni che le esercitano obbligatoriamente tramite l'Autorità Idrica Toscana.

 

Analisi Ambientale Iniziale (AAI):Esauriente analisi iniziale dei problemi, dell'impatto e delle prestazioni ambientali connesse all'attività di una organizzazione.

 

Anidride carbonica CO2:Gas prodotto da tutti i processi di combustione di carburanti e combustibili fossili oltre che da processi naturali; contribuisce alla formazione dell’effetto serra.

 

ARPA: Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente. Il sistema delle Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente comprende attualmente 19 agenzie sul territorio nazionale.

 

Azoto ammoniacale: Con il termine azoto ammoniacale (NH4) s’intende la concentrazione dello ione ammonio nelle acque. Rappresenta un indice di decomposizione di sostanza organica azotata. Il suo valore è espresso in mg/l.

 

Biogas: Con il termine biogas si intende una miscela di vari tipi di gas (per la maggior parte metano) prodotto dalla naturale fermentazione batterica in anaerobiosi (assenza di ossigeno) dei residui organici provenienti da rifiuti.

 

BOD: Con il termine BOD (domanda biochimica di ossigeno), si intende la quantità di ossigeno consumato durante un tempo determinato (5 giorni per il BOD5), a una data temperatura, per decomporre le sostanze organiche presenti nell’acqua attraverso l’azione dei batteri (respirazione cellulare). Un’elevata domanda biochimica d’ossigeno è l’indice di un’intensa attività batterica di demolizione organica e può evidenziare la presenza di un inquinamento di tipo organico. Si tratta pertanto di una misura indiretta del carico inquinante. Il suo valore viene espresso in mg/l.

 

Captazione: Operazione eseguita con l’ausilio di particolari impianti per il prelievo e l’utilizzo di acque sotterranee o superficiali.

 

Carta dei servizi: Documento aziendale, istituito a seguito della Legge n° 273 dell’11 /07/1995 e successivo D.P.C.M. del 29/04/1999, dimensionata al proprio ruolo, per corrispondere alla necessità di un rapporto collaborativo e dialettico con i cittadini, gli utenti, con le Associazioni dei consumatori e le agenzie d’ambito territoriale.

 

Codice Etico: è un documento che impone , nella conduzione di tutte le attività aziendali, una serie di principi, comportamenti, impegni e responsabilità etiche, attuate da parte degli amministratori, dei lavoratori e collaboratori di un’azienda (“Carta costituzionale” dell’azienda).

 

Compostaggio: trattamento aerobico (in presenza di ossigeno) della frazione organica putrescibile dei rifiuti, che ha come prodotto finale un ammendante utilizzabile nelle colture vegetali, detto compost.

 

Corpo recettore: Bacino o corso d’acqua superficiale/sotterraneo nel quale vengono fatte confluire acque reflue.

 

Corporate governance: Letteralmente “Governo societario”, è l’insieme dei processi, politiche, abitudini, leggi e istituzioni che influenzano le modalità in cui una società è amministrata e controllata. La Corporate governance include anche relazioni tra i vari attori coinvolti (gli stakeholder, chi detiene un qualunque interesse nella Società).

 

CSI: Customer Satisfaction Index

 

CSR-RSI: Corporate Social Responsibility o in italiano, Responsabilità Sociale d’Impresa, è l’insieme delle responsabilità sociali, ambientali ed economiche di cui l’impresa deve farsi carico per rispondere alle aspettative legittime dei propri stakeholder.

 

Global Reporting Initiative(GRI):Istituzione il cui scopo è sviluppare e diffondere l’applicazione per una rendicontazione socio-ambientale.

 

Gruppo di studio per il bilancio sociale (GBS):Gruppo di studio il cui scopo è sviluppare e diffondere l’applicazione per una rendicontazione socio-ambientale.

 

Ossidi di azoto: Ossidi di azoto (principalmente NO e NO2), gas prodotti dalla combustione di materiali fossili; contribuiscono alla formazione di ozono nella bassa atmosfera e di piogge acide.

 

Rifiuto: Il decreto legislativo del 5 febbraio 1997 n. 22 definisce rifiuto“qualsiasi sostanza od oggetto di cui il detentore si disfi o abbia deciso o abbia l’obbligo di disfarsi”. Lo stesso decreto classifica i rifiuti, in base all’origine, in urbani e speciali e, secondo le caratteristiche di pericolosità, in pericolosi e non pericolosi.

 

Rifiuti pericolosi:Secondo il D.Lgs. n°152 del 3 aprile 2006, sono pericolosi i rifiuti individuati in una apposita lista allegata al decreto stesso.

 

Rifiuti non pericolosi:Secondo il D.Lgs. n°152 del 3 aprile 2006, sono rifiuti non pericolosi quelli che non rientrano nell’apposita lista allegata al Decreto stesso.

 

SST: Con il termine SST (solidi sospesi totali) che sono la causa della torbidità dei liquami, s’intende la somma dei solidi sospesi e dei solidi filtrabili. Rappresenta la totalità delle sostanze presenti nel campione dopo l’essiccamento a 105°C. Il valore si esprime in mg/l.

 

Stakeholder: persona o gruppo di persone aventi un interesse nelle prestazioni o nel successo di un’organizzazione. Termine inglese che vuol dire “portatore d’interesse”. Soggetti interni o esterni all’impresa, con interessi ed esigenze diversi, in grado di influenzare le scelte e i comportamenti dell’impresa e di condizionarne il successo.

 

Sviluppo sostenibile È “lo sviluppo che soddisfa i bisogni del presente senza compromettere la possibilità per le generazioni future di soddisfare le proprie necessità” (Rapporto Bruntland, World Commission for Economic Development, 1987).

 

Valore Aggiunto:Rappresenta la ricchezza creata complessivamente dall’impresa e distribuita agli stakeholder o reinvestita all’interno dell’Azienda.

 

Valutazione del rischio: procedimento globale di stima della portata del rischio e di decisione in merito al fatto che il rischio sia o meno tollerabile.

 

Valutazione di impatto ambientale (V.I.A.):La valutazione di impatto ambientale (comunemente detta VIA) è una procedura volta a considerare gli effetti che possono manifestarsi nell’ambiente in seguito a determinate iniziative di intervento e trasformazione del territorio; trova fondamento nelle nuove strategie in tema di gestione ambientale che incoraggiano la prevenzione dei danni inflitti all’ambiente anziché limitarsi ad affrontare i problemi a posteriori. Si tratta di un procedimento che non fa parte del sistema autorizzatorio ma appartiene al processo decisionale, quale metodologia di elezione al fine di evitare la realizzazione di opere incompatibili con l’ambiente circostante.