Calcolo e distribuzione del valore aggiunto

 

All’interno del Bilancio di Sostenibilità, il valore aggiunto viene inteso come la differenza tra i ricavi e i costi della produzione che non costituiscono una remunerazione per gli stakeholder aziendali. Da questo punto di vista, il concetto di valore aggiunto qui adottato si distingue dalla definizione più strettamente contabile perché adotta la metodologia proposta nel 2001 dal GBS che ci permette di vedere quanta ricchezza è stata prodotta, come è stata prodotta e come viene distribuita tra gli stakeholder.

La determinazione del Valore Aggiunto evidenzia la capacità di Acque di generare ricchezza, nel periodo di riferimento, a vantaggio dei diversi stakeholder, nel rispetto dell’economicità di gestione e delle aspettative degli interlocutori stessi.

 

VALORE AGGIUNTO GLOBALE LORDO

(euro)

2011

2012

2013

A) Valore della produzione

130.445.346

126.399.680

132.222.630

1. Ricavi delle vendite e delle prestazioni

110.163.702

109.935.803

116.209.388

    - rettifiche di ricavo o svalutazione crediti

-3.917.938

-3.305.691

-3.398.335

2. Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti

-245.819

-356.341

-31.272

3. Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni

8.839.942

8.099.232

7.020.399

4. Variazione dei lavori in corso su ordinazione

-22.399

-1.128.323

625.713

5. Altri ricavi e proventi

15.627.859

13.155.001

11.796.736

Ricavi della produzione tipica

130.445.46

126.399.680

132.222.630

B) Costi intermedi della produzione

55.588.621

62.451.168

57.479.141

6. Consumi di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci

3.675.689

3.073.740

3.150.729

7. Costi per servizi

38.543.481

38.826.851

37.933.613

 

8. Costi per godimento di beni di terzi

10.887.832

11.362.338

12.148.009

9. Accantonamenti per rischi

1.035.801

7.805.973

2.786.801

10. Altri accantonamenti

656.723

716.648

698.120

11. Oneri diversi di gestione

789.096

665.618

761.870

VALORE AGGIUNTO CARATTERISTICO LORDO

74.856.725

63.948.512

74.743.488

C) Componenti accessori e straordinari

3.226.856

3.133.748

2.008.543

12. +/- Saldo gestione accessoria

3.270.378

2.067.777

1.918.257

      Ricavi accessori (proventi finanziari)

3.277.485

2.021.327

1.918.257

Svalutazioni di immobilizzazioni finanziarie

-7.107

0

0

Rivalutazioni

0

46.450

0

13. +/- Saldo componenti straordinari

-43.522

1.065.971

90.286

      Ricavi straordinari

367.279

1.215.354

128.642

      - Costi straordinari

-410.801

-149.383

-38.356

VALORE AGGIUNTO GLOBALE LORDO

78.083.581

67.082.260

76.752.031

 

La quota di valore aggiunto destinato ai lavoratori è aumentata di 339.913 euro (+ 1,71 % circa) rispetto all’anno 2012  e rappresenta il 26,36 % del totale. L’importo delle imposte dirette e indirette è così suddiviso: imposte sul reddito  4.021.434 euro, spese bollo,  tasse e canoni di concessione per 1.138.383 euro. Significativa la quota distribuita alla Pubblica Amministrazione che è stata di circa 5,1 milioni di euro,  il 6,71% del totale. La quota di valore aggiunto distribuito ai finanziatori è stata nel 2013 circa a 8,9 milioni di euro (11,65% del totale). La remunerazione del capitale di rischio è pari al 0 % del valore aggiunto totale.

Come lo scorso anno, la situazione di incertezza del quadro normativo ha portato a perseguire l’obbiettivo di un ulteriore rafforzamento patrimoniale della Società, necessario per fare fronte agli obbiettivi di investimento fissati dall’Autorità d’Ambito, ed agli impegni di lungo periodo del gruppo Acque. Per questo scopo  l’utile d’esercizio 2013 di euro 6.596.531 è stato integralmente destinato a riserva indisponibile.

Il 55,20% del valore aggiunto creato nel 2013 è stato reinvestito all'interno dell'azienda. Questa quota comprende gli ammortamenti degli investimenti fatti dall'azienda sul territorio nonché l’utile destinato alle riserve, oltre a svalutazioni su immobilizzazioni.

Gli ammortamenti, pari a 35.363.328 euro, registrano, per effetto dell’applicazione dell’ammortamento finanziario reintrodotto dall’AEEGSI con delibera n°459/2013/R/IDR del 17/10/2013 un aumento di oltre 12,3 milioni di euro. Per finire, una somma pari a 64.050 euro è stata destinata alle liberalità e sponsorizzazioni tra le quali figurano, interventi nel campo delle liberalità,  costi per iniziative promozionali ed educative.

 


DISTRIBUZIONE VALORE AGGIUNTO GLOBALE LORDO

 

2011

2012

2013

A) Remunerazione del personale

19.486.698

19.888.088

20.228.001

Personale non dipendente

414.065

410.521

397.856

Personale dipendente

   

 

salari e stipendi

12.283.632

12.628.431

12.824.128

oneri sociali

4.564.212

4.487.979

4.571.196

trattamento di fine rapporto

916.952

976.230

869.282

altri costi per il personale

1.307.837

1.384.927

1.565.540

 

B) Remunerazione della Pubblica Amministrazione

 

7.425.409

 

5.841.166

5.152.137

Imposte dirette e indirette

7.425.409

5.852.296

5.159.817

-sovvenzioni in c/esercizio

 

11.130

7.680

C) Remunerazione del capitale di credito

8.366.328

8.980.383

8.941.599

Oneri per capitali a breve termine o a lungo termine

8.366.328

8.980.383

 8.941.599

D) Remunerazione del capitale di rischio

4.379.371

0

0

Utile di esercizio

4.379.371

 

 

Utile di esercizio di pertinenza di terzi

   

 

E) Remunerazione dell'azienda

38.327.222

32.257.305

42.366.243

Variazioni riserve

Ammortamenti

Svalutazione Immobilizzazioni

6.952.438

31.374.784

8.926.092

23.006.446

324.767

6.596.531

35.363.328

406.384

F) Liberalita’ e sponsorizzazioni

98.552

115.318

64.050

VALORE AGGIUNTO GLOBALE LORDO

78.083.581

67.082.260

76.752.031

 

 Valore aggiunto 2012 Valore aggiunto 2013